Pizza Popolare

Pizzeria con proposte semplici e ben preparate, rivolte a tutte le tasche. Dal forno tre tipi di impasto a scelta del cliente e, dalla cucina, i sapori che ruotano intorno alla tradizione più familiare, alle ricette italiane realizzate con scrupolo.

parcheggio

Parcheggio convenzionato
Tutti i giorni a pranzo e cena, 2 ore di sosta: 5 €
Presso l’Autorimessa in via Mario Fani, 124
Locandina

Pizze per tutti i gusti e per tutte le tasche

MENU PIZZA

Il vero bengodi per gli amanti della pizza!

Proponiamo, oltre alle solite pizze classiche, ben 5 tipi diversi di margherita, quattro tipi di marinara e gustosissime Pizze Popolari, come la Vaccinara (con sugo di coda alla vaccinara), la Norma, la Testaccina… tutte da scoprire sul nostro menu.
Inoltre: Focacce, Panuozzi e Fruste alla Sorrentina. Non mancano: fritti, bruschette e piatti d’ispirazione tutta italiana come la Tagliata di Pollo marinata, le Bombette pugliesi, le Polpette al sugo, i Moscardini alla Luciana e tanti altri piatti.

Mangiare all'aperto

Un giardino di macchia mediterranea accoglie i clienti, tra cespugli fioriti, erbe aromatiche, alberi di limone, fragole, un ulivo centenario e profumi di spezie. Un piccolo eden per chi vorrà mangiare all’aperto.

I dettagli che fanno la differenza

Semplice, buono, per tutti

Giardino di macchia mediterranea

TAVOLI ALL’APERTO

Tutti i giorni a pranzo e cena

Sempre con proposte di pizza, fritti e specialità dalla cucina. Sempre puntando alle lavorazioni, alla selezione degli ingredienti italiani e alla stagionalità, per garantire proposte sempre nuove nel menu.
Le birre alla spina sono Birra del Borgo. In bottiglia una piccola selezione che guarda anche alle classiche weizen e lager tedesche.

oltre 48 ore di lievitazione

Tutte le pizze del menu possono essere ordinate nella versione romana classica – bassa e croccante, napoletana – con il cornicione alto e morbido, oppure pizza pane, alta, soffice, particolarmente idratata, proposta nella taglia small per chi ha poco appetito, ma non vuole rinunciare alla pizza oppure per chi ne è ghiotto e vuole assaggiarne più di una

Un nome recuperato

C’è stato un tempo in cui viale Parioli era poco più che una campagna in via di trasformazione. Agli inizi del ‘900 sulle colline che si affacciavano sul Tevere sorgevano casali, stalle e tante coltivazioni di peraioli (nome degli alberi di pero che hanno dato il nome al quartiere). Bisogna aspettare gli anni ’20 per vedere le prime trasformazioni urbane, la costruzione del viale e i villini. Tanti gli operai che lavoravano allo sviluppo edilizio e che si rifocillavano, nella sosta pranzo, con i manicaretti della signora Celestina. Era il 1926 e questa cuoca della piccola osteria che portava il suo nome, assicurava appetitosi piatti romani a prezzi popolari: semplici, buoni e per tutti.

Ed è proprio partendo da questa storia che abbiamo, non solo recuperano lo storico marchio, ma adottato le buone abitudini della signora Celestina: semplice, buono e per tutti.